La nostra copertina è tratta dalla versione italiana di Anihilation, edita da Einaudi e disegnata da Lorenzo Ceccotti (particolare)

P4280114.jpg Il Premio Nebula è un prestigioso riconoscimento assegnato dalla Science Fiction and Fantasy Writers of America (SFWA) alle migliori storie di fantascienza pubblicate negli Stati Uniti durante l’anno precedente la premiazione. Non sfuggirà ai nostri lettori che il premio è deciso da un comitato di scrittori, come si deduce dalla sigla (Scrittori di Fantasy e Fantascienza Americani). Si tratta dunque di un vero e proprio premio letterario, sullo stile del nostro Premio Strega. Il premio non è in denaro; al vincitore viene assegnato un blocco trasparente al cui interno è incastonato il modello di una scintillante nebulosa a spirale.

Quest’anno verrà assegnato a Chicago, Illinois dal 4, al 7 giugno 2015. Al momento è già disponibile la sestina di libri da cui sarà scelto il vincitore finale.

Da tempo si è introdotta la dicitura Fantascienza e Fantasy, ma anche quest’anno, come in quello precedente la short list delle nomination comprende un solo romanzo fantasy (The Goblin Emperor). A meno di non voler considerare fantasy la storia un po’ di confine che si intitola Annihilation.

Detto questo, in genere, i lettori tendono a considerare un po’ più importante il Premio Hugo, analogo, ma di carattere popolare: infatti il premio non è attribuito da una giuria di scrittori, ma dai lettori durante il World Science Fiction Convention (Worldcon), un congresso tenuto ogni anno in luoghi differenti. Quest’anno si terrà a Spokane, stato di Washington, da mercoledì 19 agosto a domenica 23 agosto 2015. In genere, i lettori amano il Premio Hugo, proprio perché sono in definitiva loro ad attribuirlo. Tuttavia il Nebula viene assegnato alcuni mesi prima dello Hugo e quindi spesso influenza pesantemente quest’ultimo. È per questo motivo che abbiamo deciso di segnalare la sestina in ballottaggio al premio Nebula. I libri in ballottaggio al Premio Hugo si conosceranno solo il 4 aprile, con l’annuncio fatto in diretta e in contemporanea in quattro posti nel mondo: in America a Seattle e Minneapolis, in Europa a Londra Park Inn, Heathrow, in Nuova Zelanda. L’annuncio sarà tuttavia visibile attraverso il servizio UStream il giorno 4 aprile 2015 a mezzogiorno della costa occidentale. Vale a dire alle 21 in Italia. Ma noi vi faremo sapere immediatamente il risultato!

Ecco ora la sestina da cui uscirà il miglior romanzo per il Premio Nebula.

1.    The Goblin Emperor, Katherine Addison
edizioni (Tor)

Katherine-Addison.jpg Katherine Addison goblin.jpg Il figlio più giovane dell’Imperatore è un mezzo goblin che ha trascorso tutta vita in esilio, lontano dalla Corte Imperiale e dai mortiferi intrighi che vi albergano. Però quando il padre e suoi tre fratelli eredi al trono rimangono uccisi in un “incidente” egli non può far altro che prendere il loro posto, come unico erede legittimo. Il nuovo imperatore è del tutto impreparato all’arte della politica, privo di amici e consiglieri, ma è sicuro che qualsiasi cosa o persona abbia ucciso il padre e i fratelli sia pronta a comparire per prendersi anche la sua vita. Circondato da adulatori desiderosi di entrare nelle grazie del sempliciotto imperatore, sopraffatto dalle difficoltà della nuova vita, non può fidarsi di nessuno. Destreggiandosi tra le varie macchinazioni per deporlo, le offerte di matrimoni combinati, lo spettro di ignoti cospiratori appostati nell’ombra, il nostro deve adattarsi velocemente a una vita di Imperatore Goblin. È costantemente solo e in cerca di qualcuno che gli sia amico. . . Sperando comunque di avere prima o poi una vera storia d’amore, sempre in guardia verso gli invisibili nemici che minacciano di rubargli il trono e la vita.

The Goblin Emperor di Katerine Addison è un emozionante romanzo fantasy che si dipana nello scenario fastoso e colorato di un mondo indimenticabile, memorabile debutto di una nuova grande e talentuosa scrittrice.

2.    Trial by Fire, Charles E. Gannon
edizioni (Baen)

Gannon.jpg Charles E. Gannon trial.jpg È il sequel del precedente bestseller, che fu parimenti finalista al Premio Nebula e vincitore del Premio Compton Crook, Fire with Fire. Un’avventura spaziale di grande respiro. Quando il diplomatico interstellare e agente dell’intelligence Caine Riordan torna sulla Terra dopo il suo primo incontro con delle razze aliene, improvvisamente si addensano minacciose nubi di guerra. La flotta terrestre viene distrutta da un ignobile attacco e i superstiti sono costretti alla fuga per la salvezza. Caine deve far affidamento su quanto ha appreso nel suo primo contatto e sulle abilità acquisite sugli armamenti del nemico non umano. Quando gli attaccanti, tecnologicamente superiori, spazzano le ultime difese del sistema solare e le compagnie traditrici invitano gli invasori a far atterrare le loro ‘forze di sicurezza’, l’umanità reagisce con quella che è la sua arma migliore: astuzia, inventiva e coraggio.

Ma la Terra precipita verso un’ultima prova del fuoco, che è parte della memoria collettiva. Caine scopre che probabilmente ci sono enormi e inquietanti lacune di memoria. Indizi che indicano contatti tra le razze avvenuti molto prima dell’apocalisse, fin dalla preistoria dell’umanità. Al che si fa largo una terribile ipotesi: e se l’invasione della Terra da parte degli alieni non fosse una storia di conquiste, ma un atto di difesa? E se le strazianti memorie di una guerra disastrosa avvenuta moltissimi anni fa li obbligasse a tentare di evitare in ogni modo il suo ritorno? Anche se ciò significasse lo sterminio del genere umano.

3.    Ancillary Sword, Ann Leckie
edizioni (Orbit US; Orbit UK)

Ann_Leckie.jpg Ann Leckie ancillary.jpg Esiste già un romanzo che si intitola Ancillary Justice. La vendetta di Breq (Ancillary Justice, 2013) primo volume della serie di space opera Imperial Radch Trilogy, che è anche il romanzo d’esordio di Ann Leckie. È già disponibile in Italiano pubblicato da Fanucci. La trilogia dovrebbe terminare con Ancillary Mercy. Il romanzo Ancillary Justice ha vinto i Premi Nebula e Hugo l’anno scorso.

Breq era un’astronave da guerra millenaria di un impero aggressivo ed espansionista, in grado di controllare, attraverso le intelligenze artificiali, navi e soldati. Questa astronave, o quel che ne resta, si trova ora intrappolata in un corpo umano di donna al servizio dell’imperatore. Il Signore del Radch ha dato a Breq il comando della nave Misericordia di Kalr (Mercy of Kalr) inviandola nell’unico posto della galassia in cui lei voleva davvero andare: la Stazione Athoek, in cui un tempo aveva incontrato il tenente Awn e lo aveva ucciso a sangue freddo. Lì oggi sua sorella lavora all’Orticultura. Athoek è stata annessa all’Impero circa seicento anni fa e ormai il luogo è del tutto bonificato… o dovrebbe esserlo. Però nulla è come sembra. Le antiche divisioni sono ancora in tumulto, le Intelligenze Artificiali della Stazione Athoek non sono affatto soddisfatte della situazione. Inoltre pare che gli alieni Presger abbiano degli interessi in ciò che sta succedendo. E nulla garantisce che tali interessi siano benevoli.

4.    The Three-Body Problem, Cixin Liu
edizioni Tor, traduzione in inglese di Ken Liu

Cixin Liu.jpg Cixin Liu three_body.jpg Questo è il caso più unico che raro di un libro cinese che approda al mercato americano. Se ne è parlato così tanto, che si è diciso di affrontare una tradizione in inglese.

La famiglia di Ye Wenjie è stata perseguitata durante la Rivoluzione Culturale: il padre di Ye, che voleva insegnare a tutti i costi la teoria generale della relatività, considerata incompatibile con le teorie materialiste del comunismo, durante un interrogatorio pubblico, era stato picchiato da quattro Guardie Rosse fino a morirne. Ye si unisce alla Società di Produzione e Costruzione subito dopo la morte del padre, dove viene mandata a controllare le operazioni di disboscamento. Lì incontra Bai Mulin, un reporter del giornale sindacale. Entrambi si dicono inorriditi per la irrazionale distruzione e la rapida deforestazione che la Società provoca. Bai traduce in cinese dall’inglese una parte di The Silent Spring (libro scientifico ambientalista) di Rachel Carson, spacciandolo come parte di un progetto governativo. Quando il governo chiama Ye per interrogarla su The Silent Spring, lei afferma di avere solo fatto una copia, ma Bai Mulin si dichiara in disaccordo col libro, condannando così Ye. Però, per via delle sue grandi conoscenze astrofiche, Ye ha una sospensione della pena e, invece di andare in prigione, viene inviata presso un radiotelescopio, il cui progetto è misterioso e segreto. In realtà si tratta di inviare segnali nello spazio per stabilire un contatto con gli alieni. Il segnale è intercettato da una civiltà aliena sull’orlo della distruzione che subito pianifica di invadere il pianeta Terra. Intanto sulla terra si formano due fazioni contrapposte: chi progetta di dare il benvenuto agli esseri superiori e aiutarli a conquistare questo mondo corrotto, o gli altri che invece vorrebbero combattere gli invasori. Da qui un capolavoro di fantascienza di grande vastità e stupenda visione.

5.    Coming Home, Jack McDevitt
edizioni (Ace)

Jack McDevitt.jpg Jack McDevitt coming_home.jpg Esaltante nuovo romanzo dello scrittore Jack McDevitt, settimo della serie su Alex Benedict, che unisce i viaggi intrastellari, a un mistero vecchio di 8.000 anni, alla drammatica missione di salvataggio di una nave spaziale coi suoi 3.000 passeggeri, ignari di trovarsi in una situazione pericolosa. ‘IL logico erede di Isaac Asimov e Arthur C. Clarke’ secondo Stephen King.

È l’anno 1435 sul pianeta Rimway dove abita l’antiquario e cercatore di tesori Alex Benedict. Undici anni prima 3000 passeggeri erano saliti sulla nave interstellare da crociera Capella, che al momento risulta intrappolata in uno spazio a curvatura tridimensionale, in cui il tempo è congelato. Per i passeggeri a bordo sono trascorsi solo pochi giorni ed essi sono del tutto ignari di aver perduto la vita di un tempo. Esiste la possibilità di un salvataggio molto critico, ma se fallisse tutti i passeggeri morirebbero. I tentativi verso la Capella si fanno sempre più difficoltosi, ma Alex si imbatte in un raro manufatto risalente alle primissime, navi interstellari della NASA. La scoperta genera dei sospetti e Alex e la sua assistente e pilota Chase potranno scoprire la verità solo tornando sul pianeta-museo Terra.

6.    Annihilation, Jeff VanderMeer
edizioni (FSG Originals)

Jeff VanderMeer.jpg Jeff VanderMeer annihilation2.jpg Di questo libro esiste già una versione italiana: Annientamento: Trilogia dell’Area X, edita da Einaudi, da cui abbiamo anche tratto la nostra copertina splendidamente disegnata da Lorenzo Ceccotti.

Il libro si apre mostrandoci una spedizione di quattro donne che attraversano il confine di una zona misteriosa e disabitata, conosciuta come Area X. La squadra è formata da una antropologa, una topografa, una biologa e una psicologa. Nessuna di loro verrà mai identificata per nome in tutto il libro. La storia è raccontata attraverso il diario giornaliero della biologa. Le donne fanno parte di una dodicesima spedizione in Area X e, più o meno a un terzo del libro, si viene sapere che il marito della biologa faceva parte della undicesima spedizione nella zona. Costui è tornato dalla sua avventura in modo del tutto misterioso, comparendo improvvisamente in cucina mentre la moglie ancora dormiva, privo di qualsiasi ricordo sulla spedizione e su ciò che fosse capitato. Anche gli altri membri della spedizione sono tornati in maniera analoga. Pochi mesi dopo sono tutti morti di cancro.

Questa dodicesima spedizione si imbatte subito in una strana costruzione immersa nel terreno, una torre rovesciata e sepolta sotto terra. Nella scala le donne vedono una scritta in corsivo che sembra formata dal materiale micro vegetale che cresce sulle pareti. La biologa esamina la scritta, ma inala casualmente delle spore uscite da quei vegetali. Si sa che la psicologa, a capo della spedizione, durante la preparazione ha programmato le partecipanti attraverso l’ipnosi. Dopo l’inalazione la narratrice sente la psicologa dire la frase “consolidazione dell’autorità” e tutte entrano in stato di ipnosi, tranne lei stessa. A quel punto si convince che le spore inalate l’abbiano resa immune alla suggestione ipnotica. Non andiamo oltre per non rivelare troppo della trama, la quale sembra ricordare in qualche modo una serie televisiva intitolata The River, prodotta dal network ABC, anche se la qualità della scrittura qui fa decisamente la differenza. Il libro appare quindi del tutto diverso da quella serie, che invece finiva per scadere in un mediocre horror.