Progetto Gutenberg: probabilmente molti conoscono questo splendido sito.

Si tratta di un contenitore di oltre 60.000 libri, tutti liberi da copyright: una vera e propria miniera per chi ama leggere.

Dopo il primo leggero impatto di incertezza, è poi abbastanza facile orientarsi negli indici di questa biblioteca.

Nella parte sinistra della home page c’è una piccola finestrella di ricerca e qui scopriamo subito delle incredibili sorprese.

Per esempio, scriviamo ‘herbert george wells’, così, senza nemmeno curarci di mettere  le maiuscole. Facciamo ‘Enter’ ed ecco che apprendiamo che diversi scritti di Herbert George sono disponibili, e liberi da copyright!

Vediamo, per esempio: The Island of Doctor Moreau (L’Isola del dottor Moreau), secondo me il libro più famoso di Wells dopo La Guerra dei Mondi.

Bene, questo libro è del tutto libero da vincoli di Copyright.

Ovviamente bisogna saperlo leggere in lingua originale. Ma ancora più interessante, è che se io mi mettessi a tradurlo in italiano, potrei benissimo pubblicarlo e chiedere i diritti di copyright per la mia traduzione.

Vediamo:

 

 

ON February the First 1887, the Lady Vain was lost by collision with a derelict when about the latitude 1° S. and longitude 107° W.
On January the Fifth, 1888that is eleven months and four days aftermy uncle, Edward Prendick, a private gentleman, who certainly went aboard the Lady Vain at Callao, and who had been considered drowned, was picked up in latitude 5° 3 S. and longitude 101° W. in a small open boat of which the name was illegible…

***

Il primo gennaio del 1887, la Lady Vain affondò in seguito a una collisione con un altro relitto più o meno a 1° sud e 127° ovest.
Il cinque gennaio del 1888 (vale a dire undici mesi e quattro giorni dopo) mio zio, Edward Prendick, un gentiluomo indipendente, che certamente era salito sulla Lady Vain a Callao e che era stato considerato morto affogato, fu recuperato alla latitudine di 5° 3’ sud, longitudine 101° ovest, mentre galleggiava su una piccola barca senza copertura, il cui nome risultò illeggibile…

 

 

Quindi proprio basandoci su questa possibilità, mi piacerebbe lanciare qui una iniziativa tra tutti i lettori con desiderio di scrittura, o con esperienza di scrittura: troviamo dei racconti, che possano essere pubblicati qui e proponete le vostra traduzione.

Delicato l’argomento ‘chiedere i diritti di copyright’ in questo ambiente: purtroppo Nuove Vie non potrà pagare nulla. Questo sito, come tutti possono vedere, non riceve nessunissimo guadagno. Non c’è pubblicità e non si vende nulla!

Diciamo che tuttavia, se i racconti fossero in buon numero, si potrebbero proporre a degli editori per la pubblicazione cartacea, o ebook. Se ci fosse qualche Editore in ascolto, chiederei in anticipo l’adesione a questa iniziativa.

Così facendo, per esempio ogni anno, si potrebbero raccogliere i racconti di fantasia, o di fantascienza tradotti dai lettori di Nuove Vie e ricavati dal Progetto Gutenberg.

Ma ci sono sorprese anche maggiori se ricerchiamo per argomento!

Sempre nella solita finestrella, proviamo a scrivere ‘science fiction’. Qui scopriamo che anche ‘La Guerra dei Mondi’ in originale è libera da diritti di riproduzione:

 

 

No one would have believed in the last years of the nineteenth century that this world was being watched keenly and closely by intelligences greater than man’s and yet as mortal as his own; that as men busied themselves about their various concerns they were scrutinized and studied, perhaps almost as narrowly as a man with a microscope might scrutinize the transient creatures that swarm and multiply in a drop of water.

Nessuno avrebbe mai creduto in questi ultimi anni del diciannovesimo secolo che il nostro pianeta fosse avidamente osservato da vicino da intelligenze più grandi di quella umana, anche se come questa, mortali; che mentre l’umanità si dava da fare coi suoi affari, veniva scrutata e studiata forse alla maniera stessa con cui l’Uomo scruta attraverso il suo microscopio le effimere creature che sciamano e si moltiplicano in una goccia d’acqua.

 

 

Progetto Gutenberg: Cover originale de La Guerra dei Mondi

Copertina originale de La Guerra dei Mondi

Ma non solo, sono disponibili ‘La Macchina del Tempo’, ‘L’uomo invisibile’, addirittura ‘Frankenstein; Or, The Modern Prometheus’ di Mary Wollstonecraft Shelley…

Tra l’altro ho trovato il romanzo breve “Second Variety” di Philip K. Dick, che a dire il vero non ricordo di aver mai letto: pubblicato nel 1953 su Space Science Fiction.

Alcuni robot capaci di auto replicarsi hanno acquistato coscienza dopo la distruzione del mondo causata della guerra tra Stati Uniti e Russia. E sono dei killer.

Da questa storia è stato tratto il film Screamers, del 1995.

Tra i racconti brevi di Dick, in questa sezione troviamo anche ‘The Hanging Stranger’, che è già stato tradotto in italiano, ma essendo l’originale libero da copyright, potrebbe benissimo essere ritradotto! E magari pubblicato su Nuove Vie.

In questa storia il protagonista Ed Loyce è un negoziante, che vede un uomo impiccato a un lampione. Il fatto lo disturba parecchio, mentre sembrerebbe che a tutti gli altri la cosa non faccia né caldo né freddo. Naturalmente ci sarà una spiegazione fantascientifica…

E per finire, un ultimo suggerimento, anche se conto di riceverne io stesso molti dopo l’uscita di questo articolo: provate a digitare ‘Astounding Stories’.

Come probabilmente saprete Astounding Stories of Super-Science, più nota come Analog, è stata una delle riviste pulp più importanti degli anni ‘30 e successivi a cura di John W. Campbell.

Bene. Qui troverete un autentico tesoretto: numeri interi, con tutte le illustrazioni interne e di copertina, come si usava allora.

Infine voglio fare un cenno a qualcosa che tutto sommato pochi conoscono. Se digitate ‘emilio salgari’ appariranno La favorita del Mahdi, I Robinson italiani, Una sfida al Polo. Libri che io non conoscevo.

Ma dal punto di vista del lettore italiano esiste una opzione ancora più interessante: se si utilizza il link https://www.gutenberg.org/browse/languages/it appare una lunghissima lista di libri di autori italiani, o comunque in lingua italiana. Per esempio qui è possibile scaricare alcuni libri stranieri tradotti in lingua italiana, come I Tre Moschettieri di Dumas! O Le novelle di Canterbury di Geoffrey Chaucer.

Per finire, almeno momentaneamente, trovo interessante che scrivendo ‘italian’. nella finestrella della Home Page, appaiono libri che hanno a che fare con l’italiano. Non necessariamente in italiano: per esempio è possibile scaricare una straordinaria Divina Commedia in inglese! Vi siete mai chiesti come sarebbe?

IN the midway of this our mortal life,
I found me in a gloomy wood, astray
Gone from the path direct: and e’en to tell
It were no easy task, how savage wild
That forest, how robust and rough its growth,
Which to remember only, my dismay

Faccio notare che il traduttore ha curato addirittura il mantenimento della metrica e le rime. Si tratta del reverendo Henry Francis Cary, nato a Gibilterra.

Quindi, detto questo, per oggi devo davvero finire qui. Buona lettura. Buona ricerca. Ma anche buona condivisione.

Non dimenticate di segnalare le vostre scoperte!

 

 

Articolo scritto da