Vimana, i carri di fuoco

Vimana, i carri di fuoco

“Frecce di fiamma piovvero in gran copia avvolgendo il nemico da ogni lato e sulle schiere di Pandava scese rapidamente una densa tenebra. Tutti i punti dell’orizzonte sparirono nella caligine. Poi cominciarono a soffiare venti tremendi, nubi si alzarono ruggendo,...
Alla scoperta dei “Fix-up.”

Alla scoperta dei “Fix-up.”

Mi è capitato, recentemente, di fare alcune considerazioni circa La Svastica sul Sole (The Man in the High Castle) di P. K. Dick, pubblicato nel 1962. Il romanzo è del tutto diverso dagli stili in voga nel suo periodo e praticamente è una autentica rivelazione per il...
Giuseppe Lippi ci ha lasciati

Giuseppe Lippi ci ha lasciati

Copertina tratta da Controcampus. Ci ha lasciati ed era un venerdì. La cosa strana, oltre la tristezza che provo, è che per un mio personalissimo modo di vedere la vita, qualsiasi cosa importante, che abbia influenza, o che l’avrà sulla mia propria esistenza...
La fantascienza Italiana

La fantascienza Italiana

In copertina una locandina di Starwars 1 Ogni tanto ritornano! Succede che per lunghi periodi non se ne parli, poi puntuale come una vecchia cambiale, ecco che l’argomento si ripropone. È cominciato giovedì scorso, quando ho presentato a un po’ di gruppi Facebook una...
Philip K. Dick

Philip K. Dick

Philip Kindred Dick è considerato pressoché unanimemente tra i più rilevanti scrittori non solo nel campo specialistico della fantascienza, ma anche nell’ambito della letteratura “nobile” americana (mainstream). Il suo stile inconfondibile, asciutto e concreto,...
Ancora Jemisin!

Ancora Jemisin!

E vabbè! L’avevo detto io stesso: è stata fatta una tale grancassa sulla “meraviglia” di questo ciclo di N.K. Jemisin che era ormai quasi sicuro: nessun altro avrebbe potuto vincere l’Hugo Award 2018. Ma anche quello del 2017 e del 2016. Ho già detto altrove come il...